iLCanto e la Lingua nei bambini BILINGUE

Progetto “iL Canto e la Lingua” – dedicato ai bambini bilingue Italiano-Russo.

Il Progetto, prevede un percorso musicale che mira alla conservazione della lingua madre o all’insegnamento della stessa nei bambini bilingue. Pensato per i tanti bambini russi che vivono in Italia, ha lo scopo di conferire loro anche un’educazione musicale.

Voci D’Arte, vuole creare un’opportunità attraverso il canto d’insieme. Il Progetto “iL Canto e la Lingua”,  si basa sul fatto che cantare piace un po’ a tutti i bambini.  Attraverso canzoni in lingua originale e lo stare insieme,  impareranno nuovi termini  e alleneranno certamente anche la pronuncia senza escludere l’aspetto ludico e sociale che ne deriva. Infatti, attraverso l’insieme e l’appartenenza ad un coro si apprendono, oltre che le basi musicali anche  quelle del rispetto e dell’educazione all’ascolto degli altri.

 

Per informazione sul corso di  “iL Canto e la Lingua” contattaci
IL CORSO SI POTRA’ EFFETTUARE AL RAGGIUNGIMENTO DEL NUMERO MINIMO DI ALLIEVI ISCRITTI PER IL 2019

 

CURIOSITA’ dal web

https://it.babbel.com/it/magazine/educazione-bilingue/

L’educazione bilingue dei bambini  ” La lingua è una parte fondamentale dell’identità.”

Crescere parlando più di una lingua, rallenta o migliora lo sviluppo cognitivo? Ci sono molti buoni motivi per offrire ai propri figli un’educazione bilingue e oltre all’arricchimento culturale, imparare più di una lingua offre anche vantaggi cognitivi: chi è bilingue infatti, mostra un rendimento migliore nella vita. È per questo che pensiamo che un’educazione bilingue sia una buona cosa, anzi, ottima!

Alcune ricerche indicano che i bambini possono gestire più input linguistici di quanto si pensi e non restano confusi dall’apprendimento di due lingue alla volta; il loro sviluppo non subisce rallentamenti e imparano esattamente la stessa quantità di parole dei loro coetanei monolingui. Far esprimere i bambini nella lingua che hanno imparato nei primi anni della vita, significa poter dare voce alle loro emozioni più profonde. Imparando e usando regolarmente una seconda lingua durante la propria vita sembra che in effetti li renda più agili e flessibili e accresce la loro apertura mentale.

Come stimolare il bilinguismo nei bambini

Affinché un bambino cresca bilingue, è necessario che sia esposto ad entrambe le lingue e che abbia frequenti opportunità d’uso e incentivi a parlare entrambe le lingue. Il bambino deve però avere una motivazione ad imparare la lingua e non è sufficiente la semplice esposizione all’occasione in famiglia.  Se per esempio il bambino percepisce che una delle due lingue è meno importante perché entrambi i genitori parlano l’altra lingua o perché introdotta secondariamente, potrebbe decidere di non impararla. Mano a mano che il bambino cresce, la sua predisposizione naturale all’acquisizione del linguaggio si indebolisce e imparare una lingua diventa sempre di più un percorso di apprendimento anziché un percorso naturale.

 Aspettando troppo si corre anche il rischio di perdere i benefici cognitivi che il bilinguismo può apportare al cervello del bambino nonché di ridurre la motivazione ad imparare la seconda lingua. Anche se l’idea è che ogni genitore parli solo la sua lingua madre con il bambino,  perché lui diventi realmente bilingue è utile che il bilinguismo venga mantenuto anche fuori casa, cercando di creare occasioni diverse e interessanti. Quindi se per esempio si desidera che il bambino che vive in Italia parli anche il russo è utile che l’esposizione alla lingua, venga rinforzata tramite altri contesti e con altre persone.

Al bilinguismo nei bambini vengono anche associati

  • un aumento della capacità artistica,
  • una migliore capacità di interpretare il mondo,
  • un migliore rendimento scolastico
  • una superiore capacità di esprimersi anche nella madrelingua.